Migliorare l’impugnatura delle bacchette: libri e DVD

migliorare l'impugnatura delle bacchetteMigliorare l’impugnatura delle bacchette non è un traguardo. È un obiettivo che di volta in volta si rinnova portando con sé la volontà di raggiungere l’eccellenza.

Con il tempo ciò si traduce nella naturale nascita e crescita di una propria personalità che si forma grazie anche e soprattutto a degli “elementi” presi come punti di riferimento. Questi possono essere dei batteristi, dei metodi, dei DVD o altro …

Oltre ad essere dei punti fermi ai quali poter “ancorarsi” fungono da supporto nel rimanere focalizzati sui propri obiettivi e riuscire così a mettere a confronto le centinaia di migliaia di informazioni dalle quali siamo letteralmente sommersi … ogni giorno …

A tal proposito di seguito voglio darti una breve descrizione di quelli che secondo me sono dei capisaldi per migliorare l’impugnatura delle bacchette e che dovrebbero far parte del cammino di ogni batterista interessato all’argomento.

Stick Control for the Snare Drummer

migliorare l'impugnatura delle bacchetteQuesto libro è una delle pietre miliari per quanto riguarda il controllo delle bacchette. È stato pubblicato nel 1935 ma ancora attuale, di fatto perché è stato studiato ed applicato da generazioni di batteristi.

migliorare l'impugnatura delle bacchetteL’autore, George Lawrence Stone negli anni ’20 è stato, assieme a Billy Gladstone, l’ideatore e lo sviluppatore del free-stroke. Il che la dice lunga sulla qualità delle informazioni che trovi all’interno.

Il suo naturale successore di approfondimento è “Accents and Rebounds for the Snare Drummer” (dello stesso autore), pubblicato nel 1961. Da studiarselo solo dopo aver compreso bene il suo predecessore.

The Moeller Book

migliorare l'impugnatura delle bacchetteL’insegnamento della tecnica del tamburo di Moeller è condensata in questo libro datato 1925 e ristampato nel Giugno del 1950 da “Leedy and Ludwig”, in cui anticipava di circa dieci anni la catalogazione ad opera dell’associazione NARD (National American Rudimental Drummer) dei 26 rudimenti.

Al suo interno viene spiegato il metodo Moeller dall’impugnatura all’up-stroke e down-stroke (o down-blow).

Una sezione è dedicata alla spiegazione ed applicazione dei rudimenti principali ed un’altra alle marce per tamburo e piffero della tradizione dell’esercito americano.

Gli sticking sono segnati in modo da comprendere bene i colpi fondamentali del Metodo (l’up-stroke ed il down-stroke).

Obiettivo principale del Metodo, e quindi di questo libro, è quello di far acquisire un incremento in velocità, potenza e controllo con il minimo dispendio di energie.

Speed, Power, Control, Endurance

migliorare l'impugnatura delle bacchetteIn questo video pubblicato nel 1992 l’argomento trattato è il metodo Moeller.

Senza dubbio il vantaggio numero uno del video è che lo si può guardare quante volte occorre per comprendere bene il messaggio che il protagonista vuole trasmettere.

A mio avviso ha tre piccole lacune:

  • non c’è una struttura ben organizzata nello spiegare i vari passi della tecnica;
  • il protagonista parla un inglese veloce in slang americano
  • non si vedono nel dettaglio i particolari in quanto l’inquadratura è fissa

Sono tre “debolezze” che tuttavia passano in secondo piano per il solo il fatto che è Jim Chapin, diretto allievo di Moeller, a spiegare la tecnica, e questo è sufficiente per assicurare che ciò che vedi è ciò che deve essere fatto.

Jim Chapin non c’è più, ma voglio comunque ringraziarlo per essere stato un convinto sostenitore e promotore del metodo Moeller e se non fosse stato per lui probabilmente il Metodo sarebbe andato dimenticato…

Secret Weapons for the Modern Drummer – A Guide to Hand Technique

migliorare l'impugnatura delle bacchetteDVD con Jojo Mayer, batterista che adoro e che seguo da anni ormai.

La prima edizione del video porta la data del 2000. È completo ed esaustivo. Non lascia nulla al caso ed è molto attento ai particolari.

L’argomento impugnatura delle bacchette viene snocciolato nei minimi dettagli: uso delle mani, delle dita, del polso, dell’avambraccio e del braccio nel suo insieme. E la tecnica Moeller naturalmente.

Chiamarla “guida” secondo me è veramente riduttivo: tanta roba, tanto materiale da prendere comunque a piccole dosi perché si rischia che vada in pappa il cervello …

A mio avviso è e resterà per molto tempo un punto di riferimento importante per chi voglia migliorare l’impugnatura delle bacchette e non solo.

Essendo un po’ più recente di quello di Jim Chapin le riprese vanno più nel dettaglio e l’inglese di Jojo è un po’ più comprensibile.

E poi…?

Probabilmente ora nella tua testa ti staranno venendo chissà quanti altri nomi di celebri batteristi che hanno creato dei propri metodi: Joe Morello, Gene Krupa, Ted Reed ed altri ancora …

In questo articolo ho voluto mettere in evidenza quei testi e quei video che, secondo la mia esperienza, non possono non essere presi in considerazione da chi è interessato a migliorare l’impugnatura delle bacchette.

Ognuno ha il proprio bagaglio di conoscenza accumulata negli anni grazie all’esperienza, allo studio e alla dedizione. E grazie a questo ci si costruisce una propria personalità che ci rende differenti gli uni dagli altri. Ed è proprio questa diversità che arricchisce la musica e l’arte.

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.